Idee succose

Arancia Siciliana: meglio intera o in spremuta?

Le arance sono una fonte molto importante di nutrienti, come sali minerali e vitamina C, che fanno bene alla salute.
In particolare, le arance sono un toccasana per il nostro cuore, in quanto riducono sensibilmente il rischio di problemi cardiovascolari.
Ma quello che ci chiediamo oggi è: qual è il modo migliore per assumere i nutrienti presenti nelle arance? Scopriamolo insieme.

Spremuta o Arancia intera?

Il dualismo tra solido e liquido accompagna tutti gli amanti del più famoso frutto arancione. Mangiare l’arancia (o berne il suo succo) è un piacere che nessun può toglierci! Ma per trarne il massimo dei benefici, occorre fare delle puntualizzazioni.
Qualsiasi frutto, nasconde nella propria buccia degli elementi nutrizionali molto importanti. Nel caso della buccia d’arancia, ad esempio, si trovano circa 1.5 grammi di proteine (su 100 grammi di buccia). Le proteine sono molto utili per la rigenerazione delle nostre cellule e per la riparazione dei tessuti del nostro corpo.
Inoltre, tenendo conto della stessa quantità di buccia di arancia, sono presenti circa 0.2 grammi di grassi e 25 grammi di carboidrati.
La buccia d’arancia può essere mangiata o utilizzata per preparare gustosi piatti (sia primi che secondi).
E adesso sveliamo quali sono le differenze tra mangiare un’arancia intera o in spremuta!
Purtroppo, gli amanti delle spremute rimarranno delusi nel sapere che la spremuta d’arancia contiene meno fibre e proteine rispetto all’arancia intera.
Questo perché esse si trovano principalmente su parti solide come l’albedo che copre ogni spicchio di arancia.
Per il resto, non preoccupatevi, le arance siciliane fanno bene SEMPRE e in tutte le sue forme!

Back to list