Torna indietro

Arance BIO: perché è importante acquistarle e come riconoscerle

Le arance BIO contengono più o meno il 30% di vitamina C in più rispetto alle altre tipologie in commercio, oltre a essere più nutrienti e ricche di fibre e antiossidanti.

È quanto emerso nel corso del Great Lakes Regional meeting organizzato dall’American Chemical Society, nel quale si mettono in luce tutti gli aspetti positivi di acquistare delle arance BIO.

Durante questo incontro, Theo Clark, illustre professore di biochimica, ha voluto evidenziare i risultati emersi dalla ricerca, al fine di chiarire i dubbi legati alla mancanza di informazione relativa all’assenza di dati analitici sui contenuti nutrizionali dei prodotti BIO.

In particolare, Clark si è soffermato ad analizzare l’arancia (suo primo target di studio) poiché valutata come il frutto per eccellenza, che racchiude un alto profilo nutrizionale: questo agrume, infatti, contiene una grande quantità di vitamina C.

Tuttavia, la particolarità dello studio del professore risiede nel confronto tra un’arancia biologica e una trattata con pesticidi.

Queste ultime presentano un volume maggiore rispetto a quelle BIO e un colore più deciso. Queste caratteristiche potrebbero portare il consumatore a pensare che queste contengano molta vitamina C ma questa convinzione è stata smentita dalle analisi condotte: le arance più piccole contengono circa il 30% di vitamina C.

I motivi che determinano questo fatto non sono del tutto chiari ma si ritiene che proprio l’utilizzo di fertilizzanti possa incidere sulla quantità di vitamina C prodotta dal frutto.

Infatti, le arance trattate vengono utilizzati fertilizzanti azotati che, determinando una maggiore assimilazione dell’acqua, provocherebbero una diluizione delle vitamine presenti nel frutto.

Ma come fare a riconoscere un’arancia BIO? È molto semplice, è necessario leggere l’etichetta. Non bastano le diciture “biologico” o “prodotto naturale” ma dovrà essere presente anche la certificazione, riconoscibile tramite il simbolo del marchio “BIO”.

Comprare un’arancia BIO è una scelta giusta e consapevole che verrà ripagata dalle numerose qualità positive del frutto. Uno tra questi, il suo profumo intenso che ricorda quello degli agrumeti siciliani. Ma anche la ricchezza di sostanze nutritive, quali vitamine, antiossidanti e fibre. Inoltre, essendo un’arancia non trattata, persino la sua buccia può essere utilizzata per la preparazione di gustosi piatti, sia dolci che salati.

Infine, motivo non meno importante, scegliendo di acquistare delle arance non appartenenti alla grande distribuzione si potranno aiutare le aziende agricole che le producono, sostenendo il lavoro degli agricoltori, il cui scopo primario è quello di garantire la qualità del prodotto.

Mammarancia è un binomio indivisibile di passione e qualità, che arriva in tutta Europa. Visita il nostro sito e acquista i nostri agrumi Biologici.

Fonte: https://www.sciencedaily.com/releases/2002/06/020603071017.htm