Come usare il miele in cucina: gli usi speciali che non conoscevi

Come usare il miele in cucina: gli usi speciali che non conoscevi

Chi l’ha detto che il miele va bene solo spalmato su una fetta di pane al mattino o usato per dolcificare un latte caldo?

Le proprietà ma soprattutto la versatilità di questo prodotto non finiranno mai di stupirci. Il miele come ingrediente in cucina, per esempio, ha tutta una serie di caratteristiche da non sottovalutare.

Forse non tutti sanno che il miele prima di tutto è un conservante. E’ dotato infatti di alcuni sistemi antimicrobici tra cui l’acidità (il suo pH è mediamente 3,9), che si oppone alla crescita di diversi microorganismi, mentre l’alta concentrazione zuccherina li uccide per disidratazione dovuta all’attività osmotica. Se ad esempio preparate un pan di spagna, aggiungete alla vostra ricetta tra i 5 e i 10gr di miele a vostra scelta, il vostro pan di spagna durerà qualche giorno in più rispetto al previsto.

Il miele si è rivelato anche uno  straordinario elemento stabilizzante di un’emulsione (che è una miscela di sostanze normalmente non mescolabili, cioè grassi e sostanze acquose che richiedono la presenza di una sostanza emulsionante e energia cinetica per mescolare).

L’emulsione miele-olio è una scoperta dello Chef Claudio Pregl del Ristorante Baita Santa Lucia in Valle di Ledro (Trentino). Ha la particolarità di essere stabile, ma soprattutto non necessita dell’aggiunta di alcun additivo nel processo di trasformazione. Utilizzatela per condire le vostre insalate o una fettina di filetto, non ve ne pentirete!

Che ne pensate di acquistare un ottimo miele biologico e godere in pieno di tutte le sue proprietà?

Dai un’occhiata qui.

 

Condivi suShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+